Piano di governo del territorio

Il Piano di Governo del Territorio (PGT) è lo strumento urbanistico generale di livello comunale che in regione Lombardia ha sostituito il Piano Regolatore Generale (PRG). 
Il PGT è articolato in 3 atti ovvero il Documento di Piano, il Piano delle Regole e il Piano dei servizi. Il Documento di Piano contiene gli indirizzi strategici del governo del territorio, il Piano delle Regole disciplina l’esistente mentre il Piano dei Servizi dispone gli indirizzi e le regole per la città pubblica. Il Documento di Piano ha una validità di cinque anni, il Piano delle regole e il Piano dei Servizi illimitata, tutti e tre sono sempre modificabili.
La nuova stagione urbanistica lombarda determinata con l’introduzione del Piano di Governo del Territorio ad opera della L. 12/2005, si caratterizza per l’enfasi data alla partecipazione al processo di formazione dello strumento urbanistico generale. In ossequio a tale principio i comuni avvisano, attraverso la pubblicazione sull’albo pretorio (dal 1° gennaio del 2011 obbligatoriamente on-line) e sul sito regionale SIVAS, l’avvio del procedimento definendo le modalità per la raccolta di istanze, suggerimenti e proposte per la determinazione delle scelte urbanistiche da parte di chiunque abbia interesse. Inoltre almeno un mese prima dell’adozione il comune acquisisce il parere delle parti economiche e sociali. Il PGT affronta poi un doppio passaggio in Consiglio Comunale per l’adozione (e conseguente deposito per 30 giorni nella segreteria comunale, al termine dei quali per i seguenti 30 giorni è possibile presentare delle osservazioni) e la successiva approvazione definitiva.

Il Piano di Governo del Territorio (PGT) è lo strumento urbanistico generale di livello comunale che in Regione Lombardia ha sostituito il Piano Regolatore Generale (PRG). 

Il PGT è articolato in 3 atti ovvero il Documento di Piano, il Piano delle Regole e il Piano dei servizi.

Il Documento di Piano contiene gli indirizzi strategici del governo del territorio, il Piano delle Regole disciplina l’esistente mentre il Piano dei Servizi dispone gli indirizzi e le regole per la città pubblica.

Il Documento di Piano ha una validità di cinque anni, il Piano delle regole e il Piano dei Servizi illimitata, tutti e tre sono sempre modificabili.

La nuova stagione urbanistica lombarda, determinata con l’introduzione del Piano di Governo del Territorio ad opera della L. 12/2005, si caratterizza per l’enfasi data alla partecipazione al processo di formazione dello strumento urbanistico generale.

In ossequio a tale principio i comuni avvisano, attraverso la pubblicazione sull’albo pretorio (dal 1° gennaio del 2011 obbligatoriamente on-line) e sul sito regionale SIVAS, l’avvio del procedimento definendo le modalità per la raccolta di istanze, suggerimenti e proposte per la determinazione delle scelte urbanistiche da parte di chiunque abbia interesse.

Inoltre, almeno un mese prima dell’adozione il comune acquisisce il parere delle parti economiche e sociali.

Il PGT affronta poi un doppio passaggio in Consiglio Comunale per l’adozione (e conseguente deposito per 30 giorni nella segreteria comunale, al termine dei quali per i seguenti 30 giorni è possibile presentare delle osservazioni) e la successiva approvazione definitiva.

 

I PGT in provincia di Bergamo