Centrale Rischi. Servizio di analisi e lettura

L’Area Credito e Finanza di Confindustria Bergamo mette a disposizione delle aziende associate un servizio di lettura e analisi dei dati della propria Centrale Rischi.
 
La Centrale dei Rischi (CR), gestita dalla Banca d'Italia, è una base dati - cioè un archivio di informazioni - sui debiti di famiglie e imprese nei confronti del sistema bancario e finanziario.
 
La CR è alimentata dalle informazioni che gli intermediari partecipanti (banche, società finanziarie e altri intermediari) trasmettono relativamente ai crediti e alle garanzie concessi alla propria clientela, alle garanzie ricevute dai propri clienti e ai finanziamenti o garanzie acquistati da altri intermediari.
La Banca d'Italia comunica agli intermediari partecipanti l'indebitamento complessivo dei propri clienti, il tipo di finanziamento che hanno ricevuto e la regolarità o meno dei loro pagamenti.
Gli intermediari possono chiedere informazioni anche su soggetti non clienti ma che hanno presentato una domanda di finanziamento o stanno per rilasciare una garanzia e potrebbero, quindi, diventare loro clienti, esclusivamente per valutarne il merito di credito, cioè la capacità del cliente di rimborsare il finanziamento.
 
La CR ha l'obiettivo di:
  • migliorare il processo di valutazione del merito di credito; i dati della CR forniscono infatti la "storia creditizia" di un cliente, cioè la descrizione dei suoi comportamenti nell'ambito dei rapporti di finanziamento;
  • innalzare la qualità del credito concesso dagli intermediari;
  • rafforzare la stabilità del sistema finanziario;
  • favorire l'accesso al credito per la clientela "meritevole": chi ha una buona "storia creditizia" è più facile che ottenga un finanziamento e a condizioni migliori.
Le banche e le società finanziarie sono responsabili della correttezza delle segnalazioni inviate alla CR. Per la correzione di eventuali errori nelle segnalazioni, l'interessato deve rivolgersi direttamente all'intermediario che è tenuto a cancellare e correggere le segnalazioni errate nel più breve tempo possibile.
 
Conoscere i dati della propria Centrale Rischi
 
Conoscere i dati della propria Centrale Rischi è di fondamentale importanza in quanto si diventa consapevoli di come il mondo bancario considera il soggetto a cui sta concedendo credito.
Inoltre, con la conoscenza dei dati si può tenere monitorata la situazione per intercettare in tempo eventuali errate segnalazioni, sconfini o la permanenza di garanzie che si consideravano ormai estinte.
 
I dati della CR sono riservati, ma si può accedere gratuitamente ai dati registrati a proprio nome presentando una specifica richiesta.
In particolare, possono avere accesso ai propri dati:
  • le persone fisiche a nome delle quali sono registrate le informazioni, o, al loro posto, i soggetti previsti dalla legge (ad esempio il tutore, l'amministratore di sostegno, l'erede o un soggetto munito di delega);
  • le persone giuridiche, quali enti, società, associazioni, tramite il legale rappresentante o altri soggetti previsti dalla legge (ad esempio il liquidatore, i soci illimitatamente responsabili, i soci di S.r.l., i membri del collegio sindacale).
Come
 

Si può accedere ai dati della CR presentando una specifica richiesta:

  • tramite la piattaforma “servizi online” selezionando il box “Richiedi i dati”, oppure utilizzando il link diretto al servizio online CR. Nell’ambito della piattaforma è possibile:
    • identificarsi con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi); in questo modo si accede a uno spazio personale dove compilare e inoltrare la richiesta di accesso ai dati;
    • in alternativa, se non di dispone di SPID o CNS, compilare e inviare la richiesta, insieme alla copia leggibile di un documento di identità valido, seguendo le indicazioni;
  • a una delle Filiali della Banca d’Italia, per posta elettronica certificata (PEC), posta ordinaria oppure consegna a mano, utilizzando il modulo scaricabile dal sito internet della Banca d’Italia e allegando copia leggibile di un documento d’identità valido. La risposta viene inviata all’indirizzo postale o a quello PEC indicato.
Le aziende associate interessate ad usufruire del servizio di analisi dei dati della propria Centrale Rischi, possono contattare gli uffici dell'Area Credito Finanza (tel. 035 275266 - e-mail: n.baldi@confindustriabergamo.it).