Formazione

18

ott

2021

News - IMPRENDITORE - MANAGER - OPERATORE

CONFINDUSTRIA BERGAMO EVOLVE | INAUGURATA LA NUOVA SEDE

AMBIENTE, CERTIFICAZIONI E CONFORMITA, CONVENZIONI E OUTLET, CREDITO, FINANZA E CONFIDI, CSR, DIREZIONE, DOGANE, ENERGIA, EVENTI, CONVEGNI E SEMINARI, FISCO E DIRITTO D'IMPRESA, FORMAZIONE, INNOVAZIONE TECNOLOGICA E ORGANIZZATIVA, INTERNAZIONALIZZAZIONE, LAVORO E PREVIDENZA, RAPPORTI CON SCUOLA E UNIVERSITA', SICUREZZA, TERRITORIO, TRASPORTI

 

Venerdì 15 ottobre è stata inaugurata la nuova sede di Confindustria Bergamo all’interno del Kilometro Rosso Innovation District. Protagonisti della cerimonia, svoltasi subito dopo la conclusione dell’assemblea generale, il Presidente di Confindustria Bergamo Stefano Scaglia e i componenti della commissione nuova sede - il Past president Ercole Galizzi, la Presidente di Servizi Confindustria Bergamo Monica Santini, la Vicepresidente di Confindustria Bergamo Giovanna Ricuperati, il Direttore generale di Confindustria Bergamo Paolo Piantoni – affiancati sul palco da Carlo Bonomi, Presidente di Confindustria, Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo, Gianfranco Gafforelli, Presidente della Provincia di Bergamo, Attilio Fontana, Presidente di Regione Lombardia e SER Mons. Francesco Beschi, Vescovo di Bergamo.

Dopo il taglio del nastro sono cominciate le visite guidate della nuova sede, del Laboratorio Smile e del Joiint Lab.

L’edificio è stato costruito in circa 2 anni, dalla fine del 2017 alla fine del 2019, con tutti gli ambienti arredati pronti per l’ingresso delle persone al 7 gennaio 2020, completi delle dotazioni tecnologiche. Si sviluppa su 4 piani fuori terra a cui si aggiungono il garage, una terrazza in copertura e l’auditorium ipogeo da circa 250 posti.

Alla realizzazione, gestita da Servizi Confindustria Bergamo, hanno contribuito il general contractor Impresa Percassi spa (gruppo Costim), il firmatario del progetto architetto Riccardo Minelli di Archilabs, Avalon Real Estate spa, E.T.S. spa e Bravo Solution spa - Jagger. La massima trasparenza ha distinto le procedure telematiche per la partecipazione alle gare di appalto. Circa 50 imprese sono state selezionate nelle varie fasi; l'87% del valore dei lavori è stato assegnato ad aziende locali, di cui il 65% associate.

Caratterizzata dalla trasparenza con facciate a doppia pelle che coprono una superficie complessiva di 3.000 mq e due grandi lucernari in copertura che danno luce alle porzioni centrali, la nuova sede è realizzata in ottica sostenibile ed ha ottenuto l’attribuzione della classe platinum, la più alta, della prestigiosa certificazione internazionale LEED, i cui parametri stabiliscono criteri di progettazione e realizzazione di edifici sicuri, salubri, energeticamente efficienti e a ridotto impatto ambientale. Nella hall spicca una parete verde, un lichene norvegese autosufficiente, visibile in tutti i piani.

Il riscaldamento e raffrescamento ad alta efficienza e il controllo dell’umidità permettono temperature ottimali, contenendo i consumi. Il complesso è inoltre dotato di un sistema di raccolta dell’acqua piovana che viene utilizzata per irrigazione e per lo scarico dei wc. Sono stati privilegiati materiali riciclati e di provenienza locale con gestione differenziata di tutti i rifiuti di cantiere.

La struttura è modulare e flessibile per supportare un’organizzazione del lavoro totalmente ripensata, grazie anche alla completa digitalizzazione documentale e al passaggio all’utilizzo esclusivo di dispositivi mobili multifunzione. Un’organizzazione che ha permesso la piena e immediata operatività durante il difficile periodo della pandemia, con adozione estesa della modalità smart-working.

Agli spazi di lavoro individuale si aggiungono aree di condivisione e di confronto per incontri più o meno strutturati: sale riunioni ma anche postazioni di diversa tipologia, in luoghi di passaggio, per improvvisare confronti e scambi di idee. Sale e altri spazi di incontro per gli imprenditori, facilmente fruibili anche in modalità virtuale o mista, concorrono a delineare un edificio altamente multifunzionale.

La collocazione al Kilometro Rosso Innovation District è un ulteriore valore aggiunto: con circa 70 aziende, 2000 addetti, 70mila metri quadrati di laboratori e uffici e 500 mila ingressi l’anno è uno dei riferimenti chiave per la ricerca, l’innovazione, la disseminazione.

“La nuova sede – sottolinea Stefano Scaglia, presidente di Confindustria Bergamo – è il simbolo di un’Associazione sempre più proattiva e orientata all’innovazione, aperta alla contaminazione dei saperi, che crede nell’interazione e nella forza della condivisione a sostegno dello sviluppo e della competitività del territorio”.

Il percorso anche culturale che ha accompagnato la realizzazione della nuova sede è al centro del volume “Industriosa natura” distribuito in occasione dell’inaugurazione, firmato dall’architetto Davide Pagliarini, curatore anche della mostra che resterà allestita per un anno nel piazzale d’ingresso della sede.